I.S.I.S. R. D'ARONCO

Finanziamento Fondazione Friuli per l’aggiornamento e l’ampliamento dei laboratori tecnico-scientifici.

Print Friendly, PDF & Email

Fotografie a cura di Meneghini Gabriele / Articolo redatto da Tomat Massimiliano / News a cura di Daniel Amoroso — Docenti dell’I.S.I.S. “R. D’Aronco”

L’anno scolastico 2019-20 riserva all’Istituto d’Istruzione Superiore “R. D’Aronco” di Gemona del Friuli molte novità in ambito tecnico-scientifico. Grazie al finanziamento della Fondazione Friuli nell’ambito del bando istruzione 2018 e all’adesione ad alcuni bandi PON, l’Istituto ha messo in campo notevoli risorse economiche per l’aggiornamento e l’ampliamento dei laboratori tecnico-scientifici.

Con il progetto finanziato dalla Fondazione Friuli, si stanno aggiornando ed implementando le dotazioni laboratoriali del settore manutenzione meccanica ed elettrico-elettronica; l’obbiettivo è quello di realizzare un FabLab dotato di dispositivi d’avanguardia: strumentazioni “tagliate su misura” per l’uso didattico nelle scuole, ma con caratteristiche di funzionamento che rispecchiano quelle utilizzate nella realtà produttiva industriale.

L’attuale laboratorio CAD – CAM verrà implementato con sistemi per la prototipazione veloce 3D, come scanner e stampante 3D per l’immediata simulazione dei processi di lavoro, e sistemi di stampaggio rapido di grandi formati per la pubblicazione dei progetti realizzati. Il laboratorio macchine utensili sarà invece dotato di una nuova fresatrice CNC a 4 assi e di un incisore-taglio laser, che è stato scelto per la trasversalità di utilizzo da parte dei diversi indirizzi dell’Istituto: dal settore moda per il taglio di cuoio e tessuti e per lo sviluppo di accessori moda; dal settore grafico per le molteplici possibilità di incisione su diversi materiali, nonché dal settore meccanico per la programmazione e la realizzazione di manufatti. Verrà creata un’isola robotica con un braccio antropomorfo (ABB IRB120) a 6 assi di movimento: non un semplice modello, ma una strumentazione all’avanguardia realmente utilizzata in contesto operativo aziendale.

Come cambia la didattica in questi laboratori? Sarà possibile dare nuova centralità alla progettualità degli studenti, mentre ai docenti è affidato il ruolo di mediatori-facilitatori capaci di veicolare la realizzazione di progetti e manufatti ideati dagli studenti stessi. Maker (“creatore”) e do it yourself (“fai da te”) sono le nuove parole guida di questo processo creativo, che dà spazio alle idee degli studenti, al libero confronto, alla creazione collettiva e partecipata.

In questa direzione, visti i forti legami già esistenti tra l’Istituto “D’Aronco” ed il mondo del lavoro, l’Istituto sta ri-progettando un nuovo curriculum didattico, con l’obiettivo di formare tecnici che siano pronti ad affrontare le sfide poste da una realtà produttiva in continua evoluzione tecnologica. I traguardi posti da Industria 4.0 e dalla digitalizzazione dei processi produttivi impegnano la scuola ad aggiornarsi e a dotarsi di strumentazioni laboratoriali didattiche adeguate. La creazione di un’area di lavoro che simuli i nuovi ambienti produttivi all’insegna dei processi di automatizzazione e digitalizzazione, appare dunque un obbiettivo imprescindibile per formare studenti capaci di operare nelle nuove realtà produttive e di assecondarne le esigenze.

Un ringraziamento particolare alla Fondazione Friuli che ancora una volta ha creduto nell’Istituto “D’Aronco” dandogli fiducia per avviare un percorso di crescita ed innovazione, ed ai numerosi docenti che con competenza e professionalità contribuiscono a potenziare e migliorare l’offerta formativa dell’Istituto.